Archivi del mese: aprile 2020

UNA PAUSA…

                                      PER RIFLETTERE UN PO’

Il 100% dei divorzi  inizia con un matrimonio”.

“L’amore è come la morte, non si può provare”.

 “Il matrimonio è come la morte, pochi vi arrivano preparati”.

 “Comunicare è una necessità, ascoltare è un arte”. (Goethe)

 “Non è possibile una esperienza coniugale in una relazione che di coniugale ha soltanto il rapporto fisico”. (T. Bovet)

 “Non è cosa molto intelligente voler provare cos’è la morte con un lungo sonno, né è cosa più saggia pretendere di sperimentare l’unione coniugale prima di entrare nel matrimonio”. (T. Bovet)

 “Se l’aver mangiato un frutto ha rovinato l’umanità, la salvezza sarà nell’atteggiamento contrario, nel guardare un frutto senza mangiarlo” (S. Weil)

“L’importante nella coppia non è rendere felice l’altro, ma rendere felice se stesso ed offrire questa felicità all’altro”. (J. Salomè)

 “Se nella coppia ognuno dei due attende di essere fatto felice dall’ altro, succederà che entrambi arriveranno a 90 anni soli ed infelici”.

 “L’amore adulto e maturo è la capacità di stabilire una relazione affettiva duratura e stabile”. (S. Freud)

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Certe informazioni è meglio non averle

“SECONDO ALCUNI AUTOREVOLI TESTI DI TECNICA AERONAUTICA,

IL CALABRONE NON PUO’ VOLARE A CAUSA DELLA FORMA E DEL

PESO DEL PROPRIO CORPO IN RAPPORTO ALLA SUPERFICIE ALARE…

MA IL CALABRONE NON LO SA E CONTINUA A VOLARE” (Sikorsky)

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

PING PONG “materia-spirito”

                       PENSIERI SPIRITUALI… IN CATTIVITA’ MATERIALE

 

   Talvolta riaffiorano dal fondo della memoria, come gnocchi in ebollizione che saltellano a galla nella pentola, frasi e considerazioni all’apparenza senza nesso alcuno con la realtà che si sta vivendo o sognando in quel momento..

   Il risultato immediato è quello di una sensazione di non senso, ma poi, nel tempo, tale sensazione inizia a  stimolare e partorire altri pensieri ad essa collegati.

   E’ il caso della frase di Ludwig Feuerbach (1804 – 1872):  “L’uomo è quello che mangia”. E’ la considerazione negazionista della realtà dello spirito, tipica bandiera dei cosiddetti “materialisti”.

   Ed è proprio in questa frase che sta invece celata la verità della realtà dello spirito. La verità, infatti, è pervasiva (invasiva si direbbe) di tutta la realtà creata… ivi compresa quella materiale.

   Affermare che tutto è materia è, paradossalmente parlando, operazione dello spirito che anima la medesima materia… I cartoni animati sarebbero soltanto cartoni… da macero, se non avessero l’anima!

   La realtà complessiva totale include la dimensione spirituale la quale costituisce, oltretutto, l’anima della materia medesima.

   Affermare che “l’uomo è quello che mangia” è una opinione di superficie, riduttiva, quindi falsa. La verità di fondo sta nella dinamica del mangiare e questa attiene allo spirito. L’uomo è molto di più di quello che mangia ed è proprio in quella parolina “quello” che  sta celato lo spirito.

  Quando Gesù affermò: “Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue vivrà in eterno” (la materia non vive in eterno) pone le fondamenta logiche e psicologiche per il rigetto, ante litteram, di ogni sorta di materialismo.

   E da qui si capisce anche come Gesù ebbe l’ardire divino di affermare: “Io sono la Verità”. A questo punto, il patetico e desolante detto di Feuerbach si potrebbe parafrasare così: “Il cristiano è quello che mangia…Cristo”.

   E il cerchio si chiude al suo livello più alto, cioè a quello sacramentale… inaccessibile alla cultura materialista.

 (www.gigiavanti.com)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

“IL DOLORE SI PUO’ SOLAMENTE ACCAREZZARE”. (Padre Luciano Cupia)

“Povere parole” per condividere qualcosa sul mistero del “distacco”.                         (per accompagnare chi si pone “domande” a causa del mistero del dolore)

Domande che straziano l’anima. Io non so dove passa nell’ombra il confine tra il bene e il male. E non so trovare povere parole per consolare. Mi arrendo o forse sgomenta scelgo  di capire ogni giorno cosa sia seguirti, Signore, e guardo con tenera compassione l’infinita debolezza nel tuo silenzio. Amen.

                                      (Maria Giovanna ed Edoardo)

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

PAUSA…

                    UNA PAUSA NORMALE… in questo momento di pausa anormale.

 “Non è abbastanza muovere dei passi che un giorno ci condurranno alla meta;  ogni passo deve essere lui stesso una meta, nello stesso momento in cui ci porta avanti”. (J.W. Goethe)

“Non pretendiamo che le cose cambino, se continuiamo a fare nello stesso modo”. (Einstein)

“In un atteggiamento di silenzio, l’anima trova il percorso in una luce più chiara e ciò che è sfuggente e ingannevole si risolve in un cristallo di chiarezza”. (Gandhi)

“Un ammasso di roccia cessa di essere un mucchio di roccia nel momento in cui un solo uomo lo contempla, immaginandola, al suo interno come una cattedrale”. (Antoine De Saint – Exupery)

“La speranza è come una strada nei campi: non c’è mai stata una strada, ma quando molte persone vi camminano, la strada prende forma”.  (Yutang Lin)

“Le parole si parlano, i silenzi si toccano”. (Fabrizio Caramagna)

“Tutte le idee che hanno enormi conseguenze sono sempre idee semplici”. (Lev Tolstoj)

 “La montagna più alta rimane sempre dentro di noi”. (Walter Bonatti)

“La nostra vita è sprecata nei dettagli…semplifica, semplifica”. (H.D. Thoreau)

“Io posso fare cose che tu non puoi,  tu puoi fare cose che io non posso. Insieme possiamo fare grandi cose”.  (Santa Teresa di Calcutta)

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

SINTETICO, MA INTERESSANTE

IMG_20200423_0001

Lascia un commento

23 aprile 2020 · 16:47

MA GUARDA UN PO’…

                   “Le famiglie unite rendono forti, le famiglie difficili rendono liberi”.

Ma guardate cosa succede se facciamo “sposare” le famiglie difficili con le famiglie unite…

                     LE  FAMIGLIE DIFFICILI, PURCHÉ’ UNITE, RENDONO LIBERI E FORTI

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie