Archivi del mese: luglio 2018

SENZA TITOLO…

Sempre a proposito di “lingua” ribelle e indomita, la conoscete la filastrocca delle 10 “P”? Eccola….

Prima Pensa Poi Parla Perché Parole Poco Pensate Procurano Pena
(Vale anche e soprattutto per coloro che soffrono di sindrome “suoceresca”, femmine o maschi che siano…)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

E VAI COI PROVERBI!

NE UCCIDE PIU’ LA LINGUA CHE LA SPADA

 

La saggezza soave seminata da secoli nei proverbi popolari (senza trascurare quella contenuta nei testi biblici) continua nella sua quasi impercettibile missione culturale in barba a certa chiassosa e sovente spocchiosa saputoneria culturale odierna.

Il proverbio del titolo è stato ed è, insieme a tantissimi altri, nutrimento culturale oltre che spirituale di tantissime generazioni.

Ed è proprio questo proverbio fulminante che mi ha sollecitato a cercare qualcosa di più articolato… che ho trovato nel  brano dell’apostolo Giacomo alle prese con il “male inguaribile” del pettegolezzo spicciolo o raffinato, riportato o prodotto in autonomia, camaleontico e strisciante… in una parola, nefasto.

 

“Non fatevi maestri in molti, fratelli miei, consapevoli che saremo sottoposti a un giudizio più severo degli altri.

In molte cose, infatti, sbagliamo tutti. Se uno non sbaglia nel parlare, costui è davvero un uomo perfetto in grado di dominare anche il corpo.

Quando mettiamo il morso in bocca ai cavalli, perché ci obbediscano, riusciamo a guidare anche tutto il loro corpo.

Anche le navi, quantunque così grandi e spinte da forti venti, sono guidate da un piccolissimo timone dovunque vuole il timoniere.

Così anche la lingua è un piccolissimo membro e tuttavia può vantarsi di grandi imprese.

Un piccolo fuoco è capace di incendiare un grande bosco.

Anche la lingua è un fuoco, un vero mondo di cattiveria. Posta fra le nostre membra, contamina l’intero corpo e incendia il corso della vita, attizzata essa stessa dal fuoco della Geenna.

Infatti ogni genere di bestie e di uccelli, di rettili e di pesci può essere domato e addomesticato dalla razza umana.

La lingua, invece, nessun uomo riuscirà a domarla: è un male ribelle, è piena di veleno mortale.

Con essa benediciamo Il Signore e Padre e con essa malediciamo gli  uomini fatti a somiglianza di Dio. E’ dalla stessa bocca che esce benedizione e maledizione.

Non dev’essere, così, fratelli miei!

Forse  la sorgente può far sorgere dallo stesso getto acqua dolce e amara? Può forse, miei fratelli, un fico produrre olive o una vite produrre fichi? Neppure una sorgente salata può produrre acqua dolce”.

———————————————————————————————————-

 (Lettera di Giacomo, 3,1 – 4,12)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

PER SORRIDERE…tanto dalla vita non si esce vivi!

                                        BARZELLETTA

Sherlock Holmes e il dottor Watson vanno in campeggio. Dopo una buona cena ed una buona bottiglia di vino, entrano in tenda e si mettono a dormire.

 Alcune ore dopo Holmes si sveglia e, col gomito, sveglia il suo fedele amico: “Watson, guarda il cielo e dimmi cosa vedi”.

Watson risponde: “Vedo milioni di stelle”. Holmes: “E ciò, cosa ti induce a pensare?”. Watson pensa per qualche minuto: “Dal punto di vista astronomico, ciò mi dice che ci sono milioni di galassie e, potenzialmente, miliardi di pianeti. Dal punto di vista astrologico, osservo che Saturno è nella costellazione del Leone. Dal punto di vista temporale, deduco che sono circa le tre e un quarto di notte. Dal punto di vista teologico, posso vedere che Dio è potenza e noi siamo solo degli esseri piccoli ed insignificanti. Dal punto di vista meteorologico, presumo che domani sia una bella giornata”.

 “A Watson… va a quel paese, ci hanno fregato la tenda”.

————————————————————————————

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

A PROPOSITO DI SICUREZZA

(per credenti specializzati e aspiranti credenti)

 “Il futuro è al sicuro!”

 “La porta meglio chiusa è quella che si può lasciare aperta”

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

CONTENTISSIMO…

“Sono contento e soddisfatto di aver trascorso, dal 12 luglio 1970 grazie a Dio, questi primi 48 anni della vostra storia d’amore e conto di proseguire”. (Firmato: il matrimonio)IMG_20180713_0001 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Magari…

calmami, signore

Lascia un commento

1 luglio 2018 · 09:44