IL BOOMERANG DELLA VENDETTA (tema di un ragazzo di 13 anni, Francesco, di Roma – anno 1994)

Quella sera il fuoco ardeva mentre tutti cantavamo e ballavamo. La luna era quasi scomparsa nell’oscurità del cielo mentre gli alberi si muovevano al ritmo del grande dio Vento. L’indomani saremmo andati a cacciare il bisonte. La nostra tribù è molto fiera della nostra storia. Abbiamo duecento lune di vita… Domani sarà il grande giorno e sarò pronto. Ci svegliammo con l’ululato del lupo solitario che incombeva nel cielo amcora oscuro. Partimmo con i nostri cavalli mentre il sole cominciava ad affacciarsi dalla montagna ad est… Sentivo l’alito freddo del grande dio Vento soffiarmi alle spalle. Attraversammo il deserto. Domandai al grande capo Alce Nero quanto mancava a raggiungere il luogo. Mi rispose: “Mancano ancora due soli e due lune, Shima”. Continuammo a percorrere il caldo deserto… Era la prinma volta che provavo ad andare così lontano e vidi molti animali strani in quell’arido luogo. Ci fermammo a dormire così da affrontare, l’indomani, un nuovo giorno.

Giunta l’alba iniziammo ad attraversare la foresta. Il sole era minacciato da alcune nuvole che ritardavano l’aurora. “Come va, Jhon?”. “Bene, Shima, sono un po’ stanco, speriamo di fare una buona caccia”. Jhon era un mio grande amico. Lo conoscevo dalla mia infanzia… Di lì a poco ci trovammo davanti al grande fiume.  Alce Nero si fermò a osservarr l’acqua che scorreva placida verso il grande lago infinito. Si girò e disse: “Proseguite senza di me, sono ormai vecchio e andrò vagando fra queste terre aspettando il grande Sonno…”. Poi riprese a camminare lentamente fino a scomparire alla nostra vista. Noi continuammo il percorso arrivando così a destinazione.

E cominciò la caccia. I bisonti correvano nella prateria come fossero impazziti, io inseguivo in particolare un bisonte, il più grande, e qualora fossi riuscito a catturarlo ne avrei ricevuto molti onori. Tesi fortemente il mio arco e lasciai partire la mia freccia che lo colpì. Subito mi sentii grande e invincibile. Scesi con un balzo dal mio cavallo e gli diedi il colpo di grazia. Anche Jhon aveva preso un bisonte, ma più piccolo del mio. Terminata la caccia partimmo per il ritorno. A circa mezzo sole dalla prateria vedemmo un  grande polverone all’orizzzonte e tante piccole divise blù… Erano loro, i visi pallidi. Noi andavamo in pace, pieni di buon animo sotto la pelle… Arrivammo vicini e per dimostrare la nostra disponibilità gli offrimmo un bisonte. In risposta, non so da dove, partì uno sparo che colpì proprio Jhon uccidendolo all’istante. Avevano ussico il mio amico. Dentro di me nacque un grande odio…

   Da quel giorno trascorsero cinquant’anni ed io divenni capo Alce Nero. Il mio odio era cresciuto dentro di me fino al punto da meditare la vendetta. Un giorno partii alla ricerca dei visi pallidi, attraversando praterie, foreste e fiumi… Non appena fui a tiro dei visi pallidi lasciai partire una freccia dal mio arco. Uno di loro cadde e un suo amico lo soccorse… Feci appena in tempo a scorgere nei suoi occhi la medesima espressione che avvertii in me quando, quel giorno, soccorsi Jhon.

   Come per incanto capii che odiare non serviva a niente e con la voce della coscienza dissi: “E’ stata fatta vendetta, ma ho sbagliato. Ora potete anche uccidermi, così, senza onore”. I visi pallidi, inspiegabilmente, si voltarono e andarono via lasciandomi solo con il mio rimorso… Rimasi immobile per tutta la notte a contemplare le stelle e a confidarmi con loro…

Quando l’ndomani il sole cominciò a spuntare all’orizzonte,  il lupo solitario ululò… Sembrava che aumentassero la mia pena. Allora mi alzai e cominciai ad inoltrarmi nella foresta coperta di neve aspettando il grande Sonno…

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...