OMAGGIO A CARLO VOLPINI (già responsabile mondiale con la moglie Maria Carla dell’Equipe Notre Dame)

   CARLO, quanto mi mancheranno i tuoi saluti sorridenti quando ci si trovava in Consultorio! Quanto mi mancherà la sottile e intelligente ironia espressa ogni volta con profondi inchini e con la complicità fraterna di Ottavio con le parole: “La mia testa sotto i vostri piedi… e vi potete anche muovere!”.

   Mi mancherà tutto questo, ma paradossalmente parlando, lo rivedrò continuamente proiettato a colori sullo schermo della mia memoria e saranno i colori della commozione, della gioia, del dolore, della contentezza, del rimpianto, della nostalgia, del sorriso, del lamento e della danza… in un mix di emozioni a cui non farò mai mancare la mia orazione per la tua Maria Carla e per tutte quelle persone che sono in quel mare agitato e salato e amaro del dolore, un’orazione di grazie a Dio che ci ha fatto godere della tua vita spesa per la causa del suo Regno e una orazione di richiesta di sostegno per non soccombere alla tentazione dello sconforto.

   Quando ti aggirerai incuriosito per i viottoli del Paradiso vedi di rintracciare padre Luciano, padre Gianni, i Masellis…e tutti quelli che hai avuto come colleghi amici di Consultorio, vedi di rintracciarli ed abbracciali a nome mio e nostro chiedendo a tutti una preghiera per la nostra salvezza.

   Dimenticavo, vedi di rintracciare anche la mia Chiara…. E il mio cuore, gonfio, si ferma qui… ADDIO CARLO.

                                                                              (il tuo amico Gigi)

“Di che sei vivo, fratello nostro,

dimmi che la morte è stata vinta!

E sulla tenebra del nostro lutto

risplenda luminosa la speranza.

No, non sei morto, fratello;

vivi nel Signore che è vita:

sì, lo crediamo,

lo ha detto Lui che da morte è risorto.

Solo per un poco ci lasci in pianto;

questa nostra vita è come un soffio:

ma tu ci attendi oltre la tomba,

ci attendi nella luce del Signore.

Dimmi che la fede ti ha salvato;

che la sua parola non t’ha deluso;

dì che il dolore è solo via:

la meta è il Signore, gioia pura.”

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...