SORRIDERE…tanto dalla vita non si esce vivi!

                        FAMMI RIDERE, SIGNORE…

Non so perché, Signore, pregandoti stamattina, improvvisamente mi sono reso conto che non ti avevo mai immaginato… ridere. Ridere di una vera risata sonora, contagiosa! I tuoi evangelisti ti presentano pacato, ogni tanto con un sorriso discreto, ma soprattutto serio e grave, qualche volta in lacrime… Non hanno ritenuto di dirci che un giorno, in tale o tal’altra circostanza, ti sei fatta una bella risata. Eppure io sono sicuro che tu ridevi… e ridevi di cuore. Tu ridevi fanciullo, a Nazareth, quando giocavi con i tuoi compagni, ridevi, adolescente, con i tuoi cugini.ridevi e brindavi con i tuoi discepoli, alle nozze di Cana e cantavi, e ballavi se gli altri ballavano! Signore, anche se qualche volta faccio fatica a crederla, la notizia più bella, meravigliosa, sconvolgente che mi riempie la mente e il cuore è che tu ci ami sopra ogni cosa, e che questo amore ci è vicino, così vicino da toccarci da mettere radici dentro di noi. Tu sei venuto tra noi, uomo con noi, uomo come noi, tanto che, abbracciati da te, ti siamo diventati fratelli. Fratelli del bimbo che piangeva, che succhiava il latte al seno, mentre sorrideva, incantato, alla sua giovane madre. Fratelli del fanciullo che imparava a leggere e a pregare. Fratello sempre… nostro fratello Gesù, che sapeva piangere e… ridere! Pensare a te così vicino a noi, così simile a noi perché possiamo diventare simili a te, mi rende felice! Talmente felice, che mi meraviglia non esserlo sempre. Mi dispiace vederci così seri quando parliamo di te, e non capisco perché dobbiamo avere un aria triste, quando ci riuniamo per pregarti. Scusami l’impertinenza, ma stasera ho voglia di dirti,come i bambini piccoli, sulle ginocchia del fratello maggiore: Fammi ridere”. Sì, è la mia preghiera inattesa: Signore, fammi ridere! Perché, a mia volta, io possa far ridere i miei fratelli: ne  hanno tanto, tanto bisogno!         

                                                                  (Michel Quoist)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...