CERCHI MIRACOLI O DIO?

Quando Gesù fa i cosiddetti “miracoli” si affretta quasi sempre a raccomandare di non dire niente in giro (perchè non ci si confonda sulla sua vera identità, che non è quella di un “guaritore” di malattie, ma quella di “salvatore” delle anime). Per cui quando gli  vengono chiesti miracol (segni)i per decidersi a credergli Egli risponde quasi stizzito. Anzi  preannuncia che lo darà un “segno”, quello della risurrezione

 

. Questo potrebbe suggerirci qualcosa circa il nostro comportamento di “credenti”… Credenti “a prescindere” o credenti “postumi”, credenti dopo aver visto il miracolo (magari narcisisticamente applaudendo a noi stessi per essere riusciti a sfilarglielo) o credenti “preventivi” (stupiti di sentire risuonare tra le pareti dell’anima quella soave carezza “la tua fede ti ha salvato”…Stupiti e magari ancora in grado di sussurrare a Gesù la richiesta di un ulteruore “miracolo”, quello di un accrescimento di fede…

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...