MI FAI TENEREZZA, CARO PADRE…

UN MONOLOGO DI DIO…
(magari utile per accorgersi di quanto ci accade…ogni giorno)

Mentre ti alzavi questa mattina, io ti stavo osservando: Speravo che tu mi parlassi, anche soltanto qualche parola, che mi domandassi il mio parere su qualche argomento o che mi ringraziassi per qualcosa di buono che ti era capitato ieri.
Ho notato che eri molto occupato…a cercare i vestiti adatti da indossare per andare al lavoro.
Continuavo ad aspettare mentre ti preparavi correndo per la casa…Credevo che avresti trovato, prima o poi, qualche minuto per fermarti e dirmi: “Ciao”… ma eri troppo occupato:
Per vedere se finalmente notavi la mia presenza…accesi il cielo per te, lo riempii di colori e di dolci canti di uccelli… però non te ne sei neppure accorto.
Ti ho osservato mentre andavi al lavoro e ho aspettato pazientemente tutto il giorno. Immagino che, con così tante cose da sbrigare, fossi troppo occupato per trovare un attimo per dirmi qualcosa.
Di ritorno dal tuo lavoro, ho visto la tua stanchezza e ho deciso di mandarti la pioggia perché l’acqua ti portasse via il tuo stress. Ho pensato che, facendoti questo piacere, ti saresti ricordato di me. Invece, infuriato, hai offeso il mio nome…
Desideravo tanto che mi parlassi…comunque rimaneva ancora abbastanza tempo…chissà.
Hai acceso la televisione ed io ho aspettato pazientemente mentre vedevi il tuo programma preferito.
Dopo hai cenato e ti sei proprio dimenticato di me. Allora, vedendoti stanco, ho capito il tuo silenzio e ho spento lo splendore del cielo, ma non ti ho lasciato al buio…l’ho tramutato in un luccichio di stelle…E’ stato bello, peccato che non te ne sia accorto!
All’ora di dormire credo che tu fossi gia sfinito. Hai augurato la buona notte ai tuoi familiari, sei andato a letto e ti sei addormentato subito. Ho accompagnato con una musica i tuoi sogni e i miei animali notturni hanno dato sfoggio di loro stessi negli spazi segreti della tua fantasia…
Ma non importa: può darsi che tu non ti renda conto che sono sempre lì per te. Ho molta più pazienza di quanto tu possa immaginare. Vorrei fartela vedere, perché tu possa averla anche con gli altri.
Ti amo così tanto che aspetto ogni giorno una preghiera da te…un “ciao”, un “complimenti”, un “grazie”…
Vedo che ora ti stai alzando di nuovo…non mi resta altro che continuare ad amarti e a sperare che almeno oggi tu ti possa ricordare di me e dedicarmi un po’ di tempo.
Ti auguro una buona giornata…
Tuo papà…Dio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, storielle e poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...