LA SCUOLA DEGLI ANIMALI    (Il DNA dell’essere umano…

                                                      dove per DNA si intende…

                                                      Destino Naturale Amore)

   Un giorno un coniglio, un uccello, un pesce, uno scoiattolo, un’anatra e molti altri animali decisero di aprire una scuola. Tutti quanti si accinsero a preparare un programma.

   Il coniglio pretendeva che nel programma ci fosse la corsa, l’uccello pretendeva che ci fosse il volo, il pesce pretendeva che ci fosse il nuoto, lo scoiattolo pretendeva che ci fosse la possibilità di arrampicarsi sugli alberi.

   Anche tutti gli altri animali pretendevano che le loro specialità fossero incluse nel programma e così alla fine ci furono tutte e commisero, tutti d’accordo, l’errore grandioso di pretendere che tutti gli animali che si fossero iscritti a quella scuola dovessero seguire tutti i corsi.

   Il coniglio era magnifico nella corsa, nessuno sapeva correre come lui, ma gli animali sostenevano che  era un’ottima disciplina intellettuale ed emotiva insegnare il volo al coniglio. Insistettero perché imparasse a volare e lo misero su di  un ramo e dissero. “Coniglio, vola!”. Quel poverino saltò giù, si ruppe una zampa e si fratturò il cranio. Trauma!  Gli restò una lesione al cervello e non poté neppure correre forte come prima. Così, anziché prendere un 10 nella corsa, prese soltanto un 7 e gli diedero un 6 in volo in considerazione del suo impegno.

   La commissione che aveva varato il programma era felice. La stessa cosa capitò all’uccellino. Sapeva volare come una freccia e compiere bellissime evoluzioni con geometrie meravigliose nel cielo: meritava un 10. Ma pretesero che scavasse tane nel terreno come una marmotta. Naturalmente nel fare questo si ruppe le ali, il becco e tutto il resto e non poté più volare. La commissione fu ben contenta di dargli 7 in volo… e così via.

   Sapete chi riuscì meglio in tutta quella classe?  Un’anguilla, mentalmente ritardata, perché riusciva a destreggiarsi alla meno peggio in tutte le materia.

   Perché vi ho raccontato questa storiella? Perché credo che se viene stravolta la possibilità di fondo che abbiano dentro di noi, non riusciamo più a fare niente bene nella vita.

    E la possibilità di fondo che noi abbiamo nel nostro cuore è quella di poter essere aquile, di poter volare.

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi, poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...